“Siamo tutti sulla stessa arca” (Diego Passoni)

📝 INGREDIENTI:
Fede, Bibbia, parità, universalità⠀

TEMPO DI COTTURA:
6 ore

🟡 DIFFICOLTÀ:
262 pagine

💰 COSTO:
Medio


🥣 PREPARAZIONE:

Qualcuno mi definirebbe un “mangia-preti”, chi è più attento sa della mia vicinanza filosofica al buddismo, qualcun altro scommetterebbe sul mio essere ateo e profano, ma c’è anche chi mi vede come un angelo asessuato sceso in terra come dono di un Dio.
In realtà io di Fede non ne parlo quasi mai, eppure la metto in quasi tutto ciò che faccio: anche Gesù, d’altronde, è stato uno dei primi rivoluzionari di sinistra, moltiplicando il pane per chi aveva fame e contestando il potere e chi lo deteneva, servendo senza voler essere servito, emigrante che accoglieva il diverso… e questo dovrebbe fare un attivista, ma soprattutto dovremmo fare tutti.
La verità è che sono come buona parte – non tutti, per carità – dei Fedeli di oggi: prego al momento del bisogno, mi convinco che “qualcosa” dopo la morte ci debba pur essere perché ho durato troppa fatica in vita, e tiro avanti lasciando vivere il prossimo come preferisce, in un rapporto 1:1 con Chiunquecisia, senza sentire il bisogno di intermediari che, come nel gioco del telefono che facevamo da piccoli, potrebbero distorcere il messaggio trasmesso o, ancor peggio, dire come dovremmo vivere in funzione di una salvezza incerta.
Ma soprattutto cerco di “farmi Parola” seminando laicamente del buono, per quanto possibile, per lasciare il posto che ho abitato un pelo migliore di come l’ho trovato, nel rispetto di me stesso, degli altri e di ciò che ci circonda.

Ma accendiamo i fornelli… 🔥

Il mio amico Diego nel suo libro è un intermediario giusto: un sommelier attento alle sensibilità di ognuno (scettici compresi), esperto della Genesi pronto a guidarci in un percorso sicuramente nuovo per chi vorrà intraprenderlo, anche per chi ha familiarità con l’argomento, perché come ricorda lui la Bibbia è il libro più venduto ma meno letto.
Una spiegazione molto attuale e universale, in grado di rendere meno noiose anche le parti noiose, riempiendole di curiosità interessanti.

⭐️ CONCLUSIONI:

Il libro di Diego è come un piatto di quelle cucine esotiche che hai sempre guardato con diffidenza, nonostante il tuo migliore amico non faccia che ripeterti che devi assaggiare prima di giudicare qualcosa buono o cattivo: e così alla fine ne prendi un boccone, scopri che non è poi così male, e finisci tutto facendo la scarpetta col pane.
Poi magari non tornerai in quel ristorante, o in quel Paese, o ovunque venga servita quella pietanza, ma intanto avrai scoperto una cosa nuova, che non conoscevi e che di certo non è indigesta, anzi: Diego ci ricorda che alla fine, a prescindere da tradizioni e culture, la Fede è proprio come la Cucina, ci avvicina e ci unisce anche nei diversi modi di viverla e di esprimerla.


🍽 ABBINAMENTI CONSIGLIATI:

🍎 Torta di mele
🎙 “La favola di Adamo ed Eva” (M. Gazzè)
🎬 “Noah” (D. Aronofsky)
🎨 “Creazione di Adamo” (Michelangelo)


Buon appetito! 😉

✅ Se usi l’app “Goodreads” cerca “Iacopo Melio” e aggiungimi per diventare amici;
✅ Segui @ricettedilibri su Instagram per commentare e interagire insieme;
✅ …e non dimenticarti di lasciare un voto a questa ricetta qui sotto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...