“Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà” (Luis Sepúlveda)

👨🏻‍🍳 CHEF LETTORE:
Gino La Monica, Dante Biagioni

📝 INGREDIENTI:
Fedeltà, amicizia, legami, animali

🏠 RISTORANTE:
Audible

DURATA ESPERIENZA:
1 ora


🧂 SAPORE PREFERITO:⠀

“Chi non coglie la tristezza negli occhi di kawell, il cavallo, che dopo essere stato domato sente ancora sotto gli zoccoli la libertà perduta? Chi non percepisce la pena nello sguardo di mansur, il bue legato al giogo e allontanato dalla prateria? Chi non avverte la propria piccolezza contemplando le pupille di mañke, il condor, sovrano del ciel più alto?”


🍴 DEGUSTAZIONE:⠀

Già dalla presentazione ho potuto percepire gli aromi de “Il vecchio che leggeva romanzi d’amore”: stesso attaccamento alla natura, stesso richiamo ancestrale, sottofondo malinconico, ma anche tanto amore, fedeltà e cruda poesia, che si mescolano insieme rappresentando un’umanità antica, quasi perduta.⠀
Attenzione, non un piatto da servire ai bambini, a parer mio, nonostante il titolo possa trarre in inganno. Sono insegnamenti che ognuno di noi, si spera, conserva già dentro, magari appresi in qualche vita fa… Ma che si possono comprendere a fondo solo con gli anni.⠀
“Storia di un cane…” commuove, e smuove, come ogni racconto di Sepulvéda. Consumandosi troppo in fretta, ma avvolgendoti il cuore per sempre.


Gnam! 😋

✅ Se usi l’app “Goodreads” cerca “Iacopo Melio” e aggiungimi per diventare amici;
✅ Segui @ricettedilibri su Instagram per commentare e interagire insieme;
✅ …e non dimenticarti di condividere questo piatto!