“Fiabe per adulti consenzienti” (Guido Catalano)

📝 INGREDIENTI:
Amore, avventura, fantasia, ironia

TEMPO DI COTTURA:
1:30 ore

🟢 DIFFICOLTÀ:
188 pagine

💰 COSTO:
Medio


🥣 PREPARAZIONE:

Ogni uscita in libreria del mio amico Catalano, per me, è una festa, e non poteva non esserlo anche per “Fiabe per adulti consenzienti”.
Ecco, finalmente ho azzeccato il titolo al primo colpo visto che, come Guido sa, ogni volta infilavo la parola “amore” sempre in mezzo: “Fiabe d’amore per adulti…”; “Fiabe per adulti d’amore…”; “Fiabe per adulti consenzienti d’amore”… Insomma, un macello. Un completo disastro. Ma perché in fondo viene naturale associare Guido all’ammóre, con due emme, come a rafforza il concetto concentrando tutta l’intensità del mondo in mezzo a quelle lettere. Perché di questo è fatto e di questo decanta. E pure bene.

Ma accendiamo i fornelli… 🔥

Stavolta Guido non vola per aria con la sua propulsione di endorfine superfantastiche a scoccare baci, abbracci e dardi per tutti. Guido stavolta per aria ci salta, sì, ma per compiere una simpatica piroetta a mezzo volo, volutamente sgangherata, come se un attimo prima dello slancio fosse inciampato sui suoi stessi piedi per poter vedere il mondo alla rovescia e piombare al suolo di fondoschiena. E farsi male. O meglio, per fare male a tutti noi, tra una risata e l’altra.
Perché con questo piatto l’amore è più vero che mai, fatto di Prìncipi che cadono da cavallo e di lupi che mangiano davvero. Storie così crude e amare come troppe volte è la vita vera, e lì capisci che la formazione che regala la carta è soprattutto questa: una serie di bocconi non zuccherati da divorare in un pomeriggio un po’ grigio, per mettere a cuocere sorrisi e pensieri.

⭐️ RISULTATO:

“Fiabe per adulti consenzienti” è stato un piatto regalatomi da mia sorella. Il suo primo regalo di Natale, quello che si fa con i primi risparmi delle prime paghette quando si inizia a diventare grandi, e solo per questo è speciale. Ma speciale lo è davvero come lo è Guido Catalano, perché parla agli adulti che vorrebbero tornare bambini e a coloro che invece non sanno farlo. Tutto quest senza troppi giri intorno, che quelli fanno solo perder tempo e l’orientamento, mentre Guido ha magari fretta di andare a trovare la vecchia cara Nonna dopo aver attraversato l’intero il bosco per lei: speriamo solo di trovarla ancora viva.


🍽 ABBINAMENTI CONSIGLIATI:

🥘 Polenta
🍷 Barolo
🎙 “Acquedotto fosforescente” (Francesco Tricarico)⠀
🎬 “Shrek” (Vicky Jenson)⠀


Gnam! 😋
Clicca e prendi il libro!

✅ Se usi l’app “Goodreads” cerca “Iacopo Melio” e aggiungimi per diventare amici;
✅ Segui @ricettedilibri su Instagram per commentare e interagire insieme;
✅ …e non dimenticarti di condividere questo piatto!